5 superfood ovvero 5 cibi di stagione ottimi per il tuo benessere

superfood inverno benefici
Spread the love

Tra il piacere della tavola e il benessere assoluto, in mezzo ci sono i superfood. Ovvero? Tutti quegli alimenti, in particolare frutta e verdura, capaci di dare letteralmente una spinta in più alla tua giornata (e sì, anche alla tua salute). Nessuna promessa di effetti miracolosi, ma solo quella di ricevere dai superfood inverno tantissimi benefici per il corpo e per la mente. Se in estate questo si traduce nel condire le insalate con i semi di anguria (ricchissimi di vitamina B) e mangiando fichi d’India (antinfiammatori naturali), in inverno i cibi di stagione cambiano, ma di certo non gli effetti positivi. E per sentirti benissimo, i superfood da avere a casa quando fuori si gela sono almeno 5, tutti estremamente ricchi di proprietà benefiche. La certezza? Sapere che dall’intestino al cuore, dal fegato al cervello, tutto girerà nel modo giusto.

1. Zucca

No, mangiandola non apparirà una scarpetta di cristallo, ma molto di più. Motivo? La zucca è un vero e proprio concentrato di vitamine e minerali e ti permetterà di dimenticare quella fastidiosa carenza di potassio (ma anche di fosforo e magnesio) in quanto, beh, ne è ricchissima. La vera chicca? Contiene acidi grassi Omega 3 e betacarotene, dal potere antiossidante.

Come gustarla al meglio? In delicate vellutate, al forno o anche in risotti.

2. Verza

Gli antichi Greci la sapevano molto lunga e già la usavano come pianta medicinale. Per forza, le proprietà della verza sono tante. Esempi? Ricca di vitamina A, B ed E, contiene anche l’acido folico che è un buon immunostimolante. Per di più, è un alimento antitumorale.

Come gustarla al meglio? Cruda in insalata, ripassata in padella, stufata.

3. Barbabietola

Bellissima da vedere, buonissima da mangiare, rinfrescante e rimineralizzante. È la barbabietola rossa, radice dalle mille proprietà. Ricca di vitamine (soprattutto quelle del gruppo B) e di sali minerali, è super zuccherina. Mangiandola avrai benefici sul cuore e sulla microcircolazione. Occhio a non buttare via le cime: sono ricche di vitamina C e mangiarle ti può dare una mano nel combattere la sindrome premestruale.

Come gustarla al meglio? Bollita o alla brace, ottima nei risotti o come vellutata.

4. Melograno

Superfood = super poteri, superfood = melograno. Sì, perché il frutto più bello (e fotogenico) della stagione invernale ha tutti i requisiti per essere una presenza fissa nella tua cucina. Di motivazione non c’è n’è solo una, ma molteplici: antiossidante, antitumorale, gastroprotettivo, è molto usato nella prevenzione dei tumori.

Come gustarlo al meglio? Al naturale sgranando i chicchi, ridotto in salse e come guarnizione di insalate, risotti e arrosti.

5. Arancia

La regina della vitamina C è una e solo una: l’arancia, succosissima, coloratissima, buonissima. Un superfood che dà una mano concreta al sistema immunitario, soprattutto d’inverno. È infatti usatissima per prevenire l’influenza e i malanni stagionali, ma non solo, perché è capace di rallentare forme degenerative tumorali grazie alla sua forte azione antiossidante. Fonte di fibre, ha un basso indice glicemico, il che la rende un frutto adatto praticamente a tutti.

Come gustarla al meglio? Al naturale a spicchi, in insalata, ridotta in salsa.